Pages Navigation Menu

Il miglior giradischi Philips

 

Come scegliere il miglior giradischi Philips del 2017?

 

Siamo tra quelli che hanno accolto con grande piacere il ritorno del vinile, se ne sentiva la mancanza e il rinato interesse per quello che era ormai diventato un oggetto di culto crediamo non possa che far bene. Ma per ascoltare il vinile serve un dispositivo indispensabile. Naturalmente stiamo parlando del miglior giradischi Philips. Non sapete quale scegliere? Siamo certi che la nostra guida potrà esservi di aiuto in questo senso.

Il disco era stato abbandonato, probabilmente con la complicità delle case discografiche. L’avvento del CD, infatti, aveva rappresentato una sorta di requiem per il supporto in vinile e la sensazione è che le label spingessero verso una progressiva sostituzione con i compact disk. È stato comunque una sorta di processo circolare perché se da un lato le major spingevano per il CD, dall’altra parte cresceva sempre più il numero di persone che chiedevano i compact disk perché ritenuti capaci di restituire una qualità audio migliore e assicuravano una maggiore resistenza rispetto ai dischi.

Fatto sta che poco a poco l’interesse per il vinile è rinato e così non solo le case discografiche sono dovute correre ai ripari rimettendo in commercio i vinili ma anche i produttori di dispositivi elettronici hanno dovuto dedicare nuovi sforzi per rilasciare sul mercato nuovi giradischi, anche a basso costo.

Per quanto ci riguarda, abbiamo deciso di proporvi un giradischi prodotto da Philips, vista la qualità del marchio. Vi forniamo alcune informazioni per convincervi dell’effettivo valore della compagnia.  La compagnia è sorta in Olanda e nel giro di qualche anno è diventato un punto di riferimento per quanto riguarda i prodotti elettronici. La sua presenza sul mercato da tanti anni dovrebbe costituire un indizio in più sull’effettivo valore dei suoi prodotti.

Ad assicurare tale longevità, secondo noi, ci sono i tanti sforzi profusi nel campo della ricerca e dello sviluppo. Tale politica ha permesso alla compagnia di restare sempre al passo con i tempi, senza farsi cogliere mai impreparata dando alla clientela una riposta rapida e certa. A quanto detto fino a questo momento segue la descrizione di quello che secondo noi è il miglio giradischi Philips del 2017.

 

 

Philips OTT2000/12

Principale vantaggio

Riproduce la musica in qualsiasi formato: oltre al giradischi, è possibile ascoltare CD, File musicali e persino la musica in streaming, basta collegare via Bluetooth o cavo, per esempio, lo smartphone e godere di una qualità audio migliore.

 

Principale svantaggio

È vero che c’è il Bluetooth ma peccato che questi possa essere sfruttato solo in ingresso dunque, se si vuole associarlo con una cuffia Bluetooth, l’accoppiamento tra i due dispositivi non avrà buon fine.

Acquistare su Amazon.it - Prezzo: (€149.99)

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Una stazione d’ascolto completa

Ciò che più ci è piaciuto di questo giradischi è la sua grande versatilità di ascolto peccato solo per una mancanza sulla quale torneremo a breve. Prima vediamo e discutiamo delle cose che ci sono. Il dispositivo non si limita a riprodurre soltanto la musica incisa su vinile. Potremmo definirla come una stazione di ascolto completa, infatti, c’è anche il lettore CD, un ingresso USB per ascoltare i file MP3 presenti su una pendrive, oppure masterizzare su essa la musica riprodotta mediante altri supporti e persino il programma radio che si sta ascoltando. Eh sì, il dispositivo ha anche una radio FM. Manca altro? Effettivamente sì. Ma preferiamo dedicare un paragrafo a parte per dare il meritato risalto a tale funzione.

C’è anche il Bluetooth

Il giradischi ha una pratica funzione Bluetooth grazie alla quale si può ascoltare il contenuto musicale presente su un lettore MP3 o direttamente dallo smartphone, basta essere in possesso di dispositivi con la tecnologia necessaria. La connessione è a breve raggio dunque non bisogna allontanarsi troppo dal giradischi ma il problema che abbiamo riscontrato è un altro e secondo noi è un vero peccato dover notare la presenza di tale mancanza. In pratica, nonostante la presenza della tecnologia Bluetooth, questa funziona solo in ingresso. Ciò significa, per esempio, che non sarà possibile stabilire una connessione via Bluetooth con una cuffia provvista di tale tecnologia.

 

Un salto nel passato

L’estetica è particolare ma spieghiamone le origini. Quando alla Philips si sono decisi a progettare quella che abbiamo definito in precedenza come una completa stazione di ascolto, si sono interrogati su quale aspetto dargli per renderla accattivante e al tempo stesso particolare. Si è pensato di trovare un punto d’incontro tra il passato e il presente.

Allora si è deciso di realizzare un design che riportasse alla mente il Philips AG4131, un giradischi lanciato sul mercato nel 1965 e che ha avuto un successo commerciale incredibile. Ma il design di quel giradischi doveva essere solo un punto di partenza perché non si voleva rinunciare al tocco moderno anche sotto il profilo estetico e secondo noi si è giunti a un giusto compromesso che ci ha regalato un dispositivo non solo funzionale ma anche bello da vedere.

 

Acquistare su Amazon.it - Prezzo: (€149.99)

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...
Cookies: Su questo sito possono essere presenti cookies tecnici di terze parti che permettono di fare analisi di tipo statistico su visite e comportamento dell'utenza, in particolare si tratta di cookies gestiti da Amazon e Google con il servizio Google Analytics.